Asso di Spade


Vai ai contenuti

Menu principale:


Aeronautica Macchi MC.202 Folgore

Modelli > Aerei > Scala 1:72

Aeronautica Macchi MC.202
71a Squadriglia / 1° Stormo Caccia Terrestre
84a Squadriglia / 10° Gruppo / 4° Stormo Caccia Terrestre
Fuka (Africa Settentrionale), 1942
Regia Aeronautica
Hasegawa 1:72
(di Dario Tenderini)

Uno dei più belli aerei realizzati dall'industria aeronautica italiana nel corso della Seconda Guerra Mondiale.
Arrivato ai Reparti, come del resto il suo successore MC.205, troppo tardi per poter avere un peso specifico rilevante sugli eventi bellici, costituì il salto di qualità per la Regia Aeronautica.
Realizzato dall'Ing. Mario Castoldi derivandolo dall'esperienza maturata con gli idrocorsa della Coppa Schneider, si trattava di un monomotore, monoplano ad ala bassa, interamente realizzato in metallo, armato di due mitragliatrici Breda-Safat da 12,7 mm poste in caccia (dalla V serie anche due mitragliatrici alari Breda-Safat 7,7 mm), carrello retrattile, ruotino di coda fisso.
Rispetto al suo predecessore MC.200 dotato del motore radiale Fiat A.74 RC.38, l'MC.202 montava l'Alfa Romeo Ra.1000 RC.41 Monsone da 1175 CV, licenza italiana del tedesco Daimler Benz DB 601.
Dopo gli storici Frog (più tardi Matchbox) e Supermodel, finalmente svariati anni fa Hasegawa presentò un ottimo modello in plastica nella scala 1/72 ben inciso ed ottima base di partenza per la realizzazione di versioni superdettagliate, sia con parti autocostruite che usufruendo dei set di fotoincisioni della Eduard.

Il primo soggetto preso in considerazione apparteneva alla 71a Squadriglia del 1° Stormo Caccia Terrestre di base in Africa Settentrionale. La particolarità del velivolo è quella di possedere la mimetica originale Breda a vermicelli (Verde Oliva Scuro 2 [91 Humbrol] su Nocciola Chiaro 4 [119 Humbrol]) solo sulla fusoliera, mentre le due semiali, deriva, timone e piani di coda sono Aer. Macchi ad anelli di fumo (Verde Oliva Scuro 2 [91 Humbrol] su Nocciola Chiaro 4 [119 Humbrol]).
L'abitacolo, pur essendo lo spazio esiguo, riproduce fedelmente le paratie laterali, il cruscotto con collimatore San Giorgio ed il seggiolino. Il vano carrello, essendo molto ampio, è stato riempito con tubi e cavi in maniera fedele all'originale.
Paratia parafiamma con traliccio e portelli del vano carrelli sono in fotoincisione e plasticard, mentre le gambe di forza dei carrelli sono state rifatte con tondini d'ottone.

Il secondo velivolo, MM.7720, apparteneva all'84a Squadriglia, 10° Gruppo, 4° Stormo Caccia Terrestre di base a Fuka nel settembre 1942. Venne utilizzato dal comandante della Squadriglia, Capitano Franco Lucchini.
Anche in questo caso, punto nodale della realizzazione è la mimetica. Appartenente in origine al 1° Stormo, recava inizialmente una colorazione Verde Oliva Scuro 2 applicata in fabbrica dove era rientrato per le modifiche di "tropicalizzazione" nel settembre 1941 prima di essere inviato in Africa Settentrionale. Tali modifiche prevedevano, tra le altre cose, una colorazione con ampie macchie Nocciola Chiaro 4.
Preso in carico dal 4° Stormo, rimase in uso per parecchio tempo, ma a causa di danni subiti, si rese necessario sostituire l'ala destra con una di un aereo di una versione successiva, che recava gli "anelli di fumo" in Verde Oliva Scuro 2 su Nocciola Chiaro 4.
Anche la cofanatura del vano mitragliatrici venne sostituita ("vermicelli" Verde Oliva Scuro 2 su Nocciola Chiaro 4).
Il modellino consta di una fusoliera in resina, così come motore ed abitacolo (dettagliato con parti autocostruite), ali di Hasegawa, piani di coda non compensati di Italeri.
Anche in questo caso il vano carrelli è stato riempito con tubi e cavi mentre i portelli e la paratia parafiamma con traliccio sono in fotoincisione e plasticard.

I due modelli hanno ottenuto un discreto successo in diversi concorsi modellistici a livello nazionale.
L'MC.202 della 71a Squadriglia è stato premiato con un Best of Show, una medaglia d' argento ed un Premio Speciale.
L'MC.202 dell'84a Squadriglia è stato premiato con una medaglia d'oro, due d'argento e tre Premi Speciali.

Home | Club | Modelli | Mostra | Attività interne | Attività esterne | Contatti | Agenda | Links | Aggiornamenti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu