Asso di Spade


Vai ai contenuti

Menu principale:


Alfa Romeo 6C 2500 T Benito Mussolini

Modelli > Mezzi Militari > Scala 1:43

Alfa Romeo 6C 2500 T
Benito Mussolini
Regio Esercito
Gamma Model 1:43
(di Dario Tenderini)

Da buon appassionato di storia militare e di auto, soprattutto Alfa Romeo, la commercializzazione da parte della ditta Gamma Model di tale soggetto ha fatto subito scaturire in me la voglia di realizzarlo.
Il modello, in scala 1:43, è interamente stampato in ottima resina priva di bolle (chassis, carrozzeria, sedili, cruscotto, cerchioni, fanali, paraurti), mentre i dettagli più piccoli sono stampati su una lastrina fotoincisa (interno portiere, manette finestrini, profili finestrini, cruscotto, tergi cristalli, targhe, griglia radiatore e cofano motore, profili vari carrozzeria, pedane laterali, frecce a bacchetta). Altri dettagli sono in plastica, gomma o in acetato. Abbastanza esauriente il foglio istruzioni.

Il primo passo da effettuare, prima dell’assemblaggio, è la pulizia dei vani finestrini e dei vani parafanghi dai residui di resina dovuto allo stampaggio, alla carteggiatura con finissima carta abrasiva di eventuali piccole imperfezioni della carrozzeria e le prove a secco dell'incastro tra questa e lo chassis.
La fase successiva consiste nel montaggio dei sedili anteriori e posteriori, preventivamente verniciati in color cuoio, del cruscotto in tinta legno con gli strumenti a fondo bianco, del volante e del cambio in nero semi lucido ed infine dei pannelli dell'interno portiere in cuoio. Imperiale del tetto, montanti ed altre parti dell'interno carrozzeria possono essere dipinti in un color cuoio più chiaro in modo da staccare con il resto dell'abitacolo; il fondo dello chassis deve essere dipinto in nero opaco.

Si monta quindi la griglia al blocco radiatore ed i profili in fotoincisione.
Lasciato asciugare per qualche giorno l'interno carrozzeria, si maschera il tutto a livello dei finestrini onde poter verniciare l'esterno in giallo mimetico con macchie di verde mimetico.
A questo punto si passa alla realizzazione dei finestrini, sovrapponendo i profili fotoincisi al foglio di acetato, fissandoli con sottili strisce di nastro adesivo di carta ed incidendone il bordo esterno con un bisturi affilato.

Rimosso il nastro adesivo, si ritaglia l'acetato con sottili forbicine, quindi si verifica la conformità dei singoli pezzi con i vani nella carrozzeria.

Per il fissaggio delle fotoincisioni all'acetato ed alla scocca ho utilizzato delle piccole quantità di colla tipo Bostik, stesa con stuzzicadenti, in quanto è l’unico collante ad avere un’ottima tenuta tra materiali così diversi tra loro: fondamentali in questa operazione sono la rapidità (la colla asciuga velocemente) e l'evitare la formazione di antiestetici filamenti.
Fissata la carrozzeria sullo chassis, si incollano i dettagli (maniglie, frecce, tergi cristalli, luci posteriori, targhe, pedane), quindi si inseriscono i cerchi con le gomme.

Tocco finale, ho installato sul radiatore lo stemma Alfa Romeo verniciato a mano con gli smalti.

Home | Club | Modelli | Mostra | Attività interne | Attività esterne | Contatti | Agenda | Links | Aggiornamenti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu