Asso di Spade


Vai ai contenuti

Menu principale:


Essere o non essere

Modelli > Fantasy

Essere o non essere
(di Franco Monti)

Kit di partenza. Squadra tattica degli Space Marines “Games Workshop” scala 28 mm.
Il modello. L’idea di base era la rappresentazione di uno Space Marine in un momento di pausa dai combattimenti, allo scopo di testare le mie capacità di modifica su questo tipo di figurini.
Studiando la composizione della scenetta per programmare la nuova posizione che avrei dovuto dare al personaggio, è pian piano iniziata a maturare l’idea di un contesto “Shakespeariano” in cui questo “super guerriero”, mentre si riposa in un vecchio cimitero di guerra accanto ad alcuni resti umani portati alla luce da un’esplosione, si incontra/scontra con il più classico degli interrogativi.


Il kit multicomponente in plastica, contiene pezzi sufficienti per assemblare dieci Space Marines più alcuni accessori e parti opzionali che permettono la trasformazione di tre figurini per realizzare un Sergente e due Marines con armi di supporto.
Rispetto ai “normali” figurini in commercio, questi risultano un pò “giocattolosi” tradendo la loro natura di soldatini per wargames.
Nonostante ciò, personalmente, li trovo molto belli e divertenti, sia costruire che da modificare.
La qualità della plastica e delle stampate è molto buona, le parti sono ben dettagliate, non presentano ritiri o deformazioni di alcun tipo e le linee di fusione sono semplici da eliminare.


Costruzione. Ho iniziato con l’abbozzare la base in modo da ottenere un “master” su cui verificare la posizione del figurino durante le modifiche.
Le gambe del figurino sono state separate dal bacino e riposizionate per mettere il personaggio in posizione seduta.
Le dita della mano sinistra sono state tagliate e riposizionate per tenere il teschio.
L’elmo è stato svuotato, con una fresa montata sul minitrapano e con la lama di un cutter, per essere posizionato sulla spada a catena a cui, dopo averla separata dalla mano a cui era solidale, è stata ricostruita l’impugnatura.
Le suole degli stivali sono state dettagliate, in quanto visibili a modello ultimato.
Con la lama bene affilata di un cutter sono stati realizzati alcuni danni da combattimento sull’armatura.
Due piccole pergamene “votive” sulla gamba destra sono state realizzate con lamina di metallo, dopo avere asportato quelle originali in plastica che presentavano un andamento non più idoneo alla nuova posizione del figurino.

Colorazione. Tutte le parti del figurino, busto, gambe, testa, accessori, sono state dipinte separatamente e attaccate tra loro prima dell’applicazione di luci ed ombre e dell’invecchiamento, il tutto impiegando colori acrilici di varie marche.


Ambientazione. Come base per la scenetta è stato impiegato un semplice coperchio di plastica recuperato da una confezione alimentare.
Il muro è stato ricavato da un pezzo di sughero, sagomato e rivestito con pezzi di vero intonaco recuperato durante alcuni lavori effettuati in casa (lo sapevo che prima o poi sarebbero venuti buoni…).
Dopo aver fissato il muro alla base, ho iniziato a creare la forma del terreno e del cratere utilizzando del normale stucco per pareti.
Con lo stucco ancora fresco, sono stati posizionati i vari elementi come il bidone, le macerie, le ossa, ecc.. onde evitare che sembrassero “appoggiate” sul terreno.
Ad asciugatura avvenuta, per semplificare la successiva pittura, ho staccato il bidone ed ho, quindi, cosparso la base di sabbia fissata con colla vinilica diluita in acqua.
I fucili che compaiono nella scenetta sono auto costruiti.
Gli elmetti, due M1 Italeri di recupero, sono stati leggermente modificati con l’aggiunta di cinghie e fasce elastiche.
Il tutto è poi stato dipinto a pennello, con colori acrilici, effettuando normali lavature, dry-brush e puntinature.
La base è stata poi fissata su un blocchetto di legno dipinto e rivestito nella parte superiore con un pezzo di plasticard colorato a “strisce” con comuni bombolette spray.
L’etichetta con il titolo è stata ritagliata da un pezzo di plasticard e fissata alla base con viti da legno.


Home | Club | Modelli | Mostra | Attività interne | Attività esterne | Contatti | Agenda | Links | Aggiornamenti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu