Asso di Spade


Vai ai contenuti

Menu principale:


IMAM Ro.43

Modelli > Aerei > Scala 1:72

IMAM Ro.43
Corazzata Vittorio Veneto, 1942
Regia Aeronautica
Octopus/Pavla 1:72
(di Dario Tenderini)

La personale passione per i biplani e per gli idrovolanti si coniugano perfettamente in un velivolo della Regia Aeronautica scarsamente preso in considerazione dalle ditte modellistiche, al contrario dell'importanza ricoperta dalla specialità per la quale furono realizzati, la Ricognizione Marittima.
L'occasione di rinfrescare tale interesse si verificò nel 2009 quando la Octopus/Pavla ha immesso sul mercato il Ro.43, versione biposto, e quella monoposto Ro.44, entrambi in 1/72.

La confezione che ho preso in considerazione, il Ro.43, contiene due stampate in plastica a bassa pressione con 46 pezzi, più 36 dettagli in resina e 4 trasparenti in acetato. Allegato un foglio decals che consente la realizzazione di tre differenti versioni.

Gli interni della fusoliera sono completamente lisci, conseguentemente, data la presenza di numerose aperture e finestrature, si rende necessario autocostruire l'intero telaio in traliccio di tubi che ho realizzato con filo d'ottone da 0,6 mm e rame stagnato da 0,3 mm fissati tra loro da colla cianoacrilica.

Il fondo dell'abitacolo è stato modificato e migliorato, mentre sono stati aggiunti svariati strumenti e manette non presenti nel kit. Anche in questo caso, e del resto come avviene nella costruzione di molti velivoli italiani, una buona documentazione iconografica, oltre che basarsi su dei corretti disegni in scala, consente di ottenere la migliore realizzazione del modello.
I seggiolini non presentano le cinture di sicurezza, che ho ricavato dal set di fotoincisioni della RCR.

Le ali presentano dei riscontri che facilitano il posizionamento degli stanti, in parte originali del kit ed in parte sostituiti con nuovi pezzi in ottone. Il grande galleggiante centrale deve essere particolarmente stuccato e carteggiato, quindi posizionato correttamente in asse rispetto alla fusoliera. Alle estremità dell'ala inferiore vanno posti i due piccoli galleggianti che per esigenze di verniciatura ho preferito collocare solo al termine della realizzazione del modello. La cofanatura del motore deve essere ben carteggiata per dare uniformità e rotondità.

Per ciò che riguarda la verniciatura, il soggetto da me scelto è il velivolo 92-1 imbarcato sulla Regia Nave Corazzata Vittorio Veneto nel 1942, poiché riporta la livrea Grigio Azzurro Scuro 3 (Humbrol 125 opacizzato) e Grigio Azzurro Chiaro 1 (Humbrol 140) che a partire dall'inizio di quell'anno sostituì la precedente colorazione alluminata con bande rosse sull'estradosso dell'ala superiore. Gli interni sono in Verde Anticorrosione (Humbrol 23 + un punta di 30).

L'invecchiamento è stato appena accennato essendo la livrea fresca di fabbrica.
Una volta posizionate le decals, rimangono da collocare i tiranti in metallo (in alcuni casi accoppiati parallelamente) che irrobustiscono la struttura alare, anche in questo caso ho preferito utilizzare filo di rame stagnato perchè più fedele al reale.
Interessante il carrello di alaggio realizzato in plastica e resina, utile per collocare il velivolo sulla banchina di un idroscalo.


Il modello è stato premiato con due medaglie d'argento ed un Premio Speciale in diversi concorsi modellistici a livello nazionale.

Home | Club | Modelli | Mostra | Attività interne | Attività esterne | Contatti | Agenda | Links | Aggiornamenti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu