Asso di Spade


Vai ai contenuti

Menu principale:


Muntaz (Caporale) VII Battaglione Libico

Modelli > Figurini > Scala 1:32 - 54 mm

Muntaz (Caporale)
VII Battaglione Libico
Hobby & Work 1:32 - 54 mm
(di Stefano Sottocorna)

Descrizione.

Il figurino è un soggetto in piombo e stagno prodotto dallo scultore Francesco Cassandra, tratto dalla collezione "Soldati & Battaglie" della casa editrice Hobby & Work, e ritrae un Muntaz (Caporale) del VII Battaglione Libico delle Regie Truppe Coloniali. A differenza delle altre truppe indigene, i Libici, in quanto cittadini italiani, erano gli unici a cui era consentito indossare le stellette.
Volendo posizionare il figurino come rappresentato nell’immagine di presentazione, ho preferito non apportare modifiche alla postura scelta dallo scultore e lasciarla nella classica posizione di guardia di fronte ad un ingresso.

Costruzione.
Come prima cosa ho tolto le sbavature di stampa con lime di varie misure e carta abrasiva prestando attenzione a non compromettere le forme ed i dettagli del figurino, poi ho lavato il tutto con uno spazzolino e sapone comune.
Per verificare di aver corretto tutti i difetti (per la verità limitati ad una fastidiosa linea che percorre tutto il figurino lungo i fianchi) e per dare una base d’ancoraggio al colore, ho steso a pennello una sottile mano di primer della Life.

Colorazione.
Ho iniziato con il dipingere gli occhi partendo dalle orbite con bianco opaco (Life LC 01), quindi due punti per le pupille e profilato le palpebre con una riga finissima con nero opaco (Life LC 02) .
Ho realizzato l'incarnato partendo da una miscela color carne (Life LC 41) e marrone cuoio (Life LC 36) progressivamente scurito sempre con cuoio per esaltare il senso di profondità. Alla miscela più scura si aggiunge del nero opaco per delineare le zone più scure ed in ombra considerando un'illuminazione zenitale.
Una tonalità ancora più scura ma non completamente nera è stata utilizzata per decorare capelli, sopracciglia e baffi. Con la miscela dell'incarnato di base si realizzano le zone di luce schiarendola progressivamente con il color carne.
Passando al copricapo, ho incominciato col profilare con un pennello finissimo tutti i dettagli con nero opaco diluito e sempre di nero il piumetto, poi sono passato ad un fondo di rosso opaco (Life LC 06) per la calotta schiarendo progressivamente con arancione opaco (Life LC05). Il piumetto si lumeggia con dei tocchi di blu lucido (Life LC 60) e via via a schiarire con azzurro chiaro lucido (Life LC 58).
La giubba si colora partendo da un cuoio opaco progressivamente scurito con marrone (Life UA 082) per le zone d'ombra senza esagerare e schiarendo il colore di base con bianco per le lumeggiature.

Ho poi profilato i dettagli e scurito la zona sotto le ascelle con marrone miscelato al colore di base. Ho dipinto le strisce della fascia in vita con rosso opaco e blu opaco (Life LC 10) e progressivamente lumeggiate aggiungendo del bianco al colore di base. Attenzione a non profilare le righe poiché risulterebbe troppo finto .
I pantaloni e le fasce mollettiere sono colorati allo stesso modo della giubba, ma accentuando maggiormente le zone d'ombra.
Giberne, cinghie, sandali e tracolla del fucile sono stati colorati con diverse tonalità senza seguire un ordine univoco che vanno dal cuoio, marrone, marrone rossiccio e terra di Siena, nel tentativo di riprodurre la naturalezza e usura della pelle .
Il fucile è stato colorato con diverse tonalità di marrone cercando di imprimere le venature naturali del legno .
Per quanto riguarda le parti metalliche come canna del fucile, pugnale, fibbie e stellette, ho steso una base di metallo brunito e lumeggiato con acciaio Tamiya (X10 , X11 ).
Il fregio sul cappello ha una base di nero opaco successivamente dettagliato con oro e tocchi di luce in argento Gunze(H9, H8). I gradi sulle maniche sono stati colorati con rosso opaco, lumeggiati nella parte alta e profilati con nero opaco.
Il tutto è stato uniformato con un lavaggio molto blando di verde oliva invecchiato (Life UA 003).

Ambientazione.
Il Muntaz è stato ambientato a guardia dell'ingresso carraio del Comando VII Battaglione Libico .
Il muro è stato realizzato con gesso miscelato a colla vinilica, colato un uno stampo autocostruito in plasticard e fissato con dei perni ad una basetta dello stesso materiale, il tutto raccordato con pasta da modellare DAS.
Al muro sono stati praticati degli intagli per simulare le pietre dell'arco ed i mattoni di costruzione.
La colorazione della parte frontale del muro è stata realizzata con una base di cuoio opaco e sabbia (Life UA 090). Sempre della stessa marca, schiarendo la tinta di base qua e là per simulare le difformità del muro, ho successivamente dipinto alcune zone con grigio (UA 099) per simulare le macchie del tempo.
Per completare la scena sono stati aggiunti i seguenti accessori:
- un bidone di carburante della Tamiya del kit German Fuel Drum set in 1/35 colorato con una base di cuoio, del marrone bruno (UA 085) per la definizione dei dettagli e delle ombreggiature col colore di base scurito con marrone per l'invecchiamento;
- arbusti, costituiti da frammenti di alghe marine colorate nella tonalità del terreno;
- pietre, sassolini classici da presepe annegati nel terreno anch'essi colorati nella tinta del tereno;
- targa, una lastrina di cartoncino molto spesso con la scritta realizzata a mano con un pennarello con la punta molto fine che riproduce l'insegna del "VII BATTAGLIONE LIBICO COMANDO" e l'icona del Fascio Littorio.
Il soggetto e bello e ben scolpito, rapido da preparare e l’unico accessorio da assemblare è il fucile. E' anche semplice da colorare grazie alla limitata cromia di colori, ma comunque si possono adottare chiari/scuri, lumeggiature e tutte le tecniche che possono dare il maggior realismo possibile.
La vignetta ha partecipato alla mostra concorso organizzata dal Model Club Asso di Spade del 7-8 ottobre 2006 conseguendo il risultato di 1° classificato nella sezione figurini regalando una grandissima soddisfazione al sottoscritto.

Home | Club | Modelli | Mostra | Attività interne | Attività esterne | Contatti | Agenda | Links | Aggiornamenti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu