Asso di Spade


Vai ai contenuti

Menu principale:


Ork Billy Buz

Modelli > Fantasy

Ork Billy Buz
(di Franco Monti)

Descrizione.
Kit di partenza: Omnibus, Airfix scala 1/32
Figurini: Games Workshop e Zvezda scala 28 mm.

Costruzione.
Il modello risente decisamente del peso degli anni. A titolo di esempio la numerazione dei pezzi è stampata in rilievo direttamente sui pezzi stessi. Bisturi, lima, carta vetrata, stucco e tanta, tanta pazienza……
Pur mantenendo la struttura di base, il modello è stato largamente modificato con molti elementi autocostruiti e parti di altri kit prelevate dall’immancabile banca dei pezzi.
Una delle modifiche più noiosa è stata la costruzione dei pavimenti che ha comportato il taglio e la messa in posa di un certo numero di tavolette in legno (recuperato da una confezione di formaggio Francese dopo avergli fatto prendere aria per parecchio tempo).
Molto divertente, oltre ad essere per me una novità, è stata la creazione dei vari cartelli pubblicitari, targhe e scritte di servizio presenti nel diorama che sono stati disegnati a computer, impiegando come base le decal originali o inserti pubblicitari scannerizzati da varie riviste. Il tutto è stato successivamente stampato su un comune foglio di carta, ritagliato ed incollato con colla vinilica.
La parte che ho trovato più complicata è stata la modifica di tutti i figurini che, dopo un largo uso di bisturi e seghetto, ha comportato anche un bel po’ di lavoro di ricostruzione con stucco bicomponente.

Colorazione.
Dopo avere steso il primer a bomboletta, per uniformare i vari materiali impiegati, il modello ed i figurini sono stati interamente dipinti a pennello impiegando colori acrilici di varie marche.


Ambientazione.
Su una tavoletta di legno, acquistata in un negozio di fai-da-te, è stato incollato un foglio di plasticard riproducente il selciato e il marciapiede su cui sono stati aggiunti un terzo tratto di marciapiede, un lampione della MiniArt, uno strano animaletto intento a soddisfare i suoi bisogni ed un paio di elementi autocostruiti.
Dopo l’applicazione del primer a bomboletta, il tutto è stato dipinto a pennello con colori acrilici.
Per bilanciare la scena sono stati modificati ed aggiunti due ulteriori personaggi, uno che sale sul “Buz” ed uno appoggiato ad una bicicletta Italeri, intento ad osservarne i passeggeri.
Ho cercato, comunque, di mantenere semplice l’ambientazione per non distrarre troppo l’osservatore dal soggetto principale.


Home | Club | Modelli | Mostra | Attività interne | Attività esterne | Contatti | Agenda | Links | Aggiornamenti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu