Asso di Spade


Vai ai contenuti

Menu principale:


Stefano B.

Club > Soci

Stefano "Bongio" Bongiorno

Classe 74, sono nato a Varese.

Sin da piccolo mi sono appassionato al mondo militare, alle armi ed alla storia, in particolare quella contemporanea: di conseguenza mentre gli altri volevano le macchinine io ho sempre voluto giocattoli di guerra.
Oltre alle armi giocattolo, ho raccolto abbondanti quantità di soldatini Atlantic in 1/72 e 1/32 che mia madre mi butterà anni dopo. Ancora ne soffro ed il mio analista ha perso ogni speranza...

Intorno ai 6-8 anni ho conosciuto il modellismo. Mio padre, dal ritorno da un viaggio di lavoro, fece a me e mio fratello quello che ancora oggi ritengo il più bel regalo mai ricevuto: una scatola “all-in-one” (direbbero oggi i fighi anglofoni/anglofili), con 6 biplani degli anni 30, manuale scritto da un certo Aldo Zanna, colle e vernici.
I modelli ovviamente sono andati persi, insieme a tanti altri che ho comprato e appiccicato negli anni successivi, ma ancora oggi possiedo il manuale che di tanto in tanto riguardo, non senza nostalgia. Chissà se 'sto Aldo Zanna si rende conto della malattia che mi ha trasmesso!

Ad un certo punto, intorno ai 15 anni, irrompono due cose che stravolgono la mia vita: il computer (prima il Commodore 64 e poi l’Amiga) che diventerà un lavoro e la "gnocca" che diventerà una ragione di vita!
Diciamocelo, volare bassi con l’F-117 e bombardare Gheddafi era troppo bello! Sul mio computer, con un solo aereo riuscivo a fare quello che una Coalizione super-armata non sarebbe mai riuscita a fare, almeno non fino a qualche anno fa.
Sulla gnocca… beh, omettiamo, non siamo mica su pornohub. O in realtà non c’è molto da dire...

I modelli per diversi anni finiscono nel dimenticatoio, ma continuo a comprare riviste di modellismo e militari e ogni tanto qualche scatola di montaggio, che rimane lì a prendere polvere.
Anni di studio, poi il Servizio Militare, quindi il lavoro. Lavoro e studio, si mette su famiglia, ma il modellismo è sempre lì sullo sfondo: un eterno "vorrei ma non posso".

Un bel giorno però, intorno al 2013, decido di fare un diorama di tipo “what if”, complice anche l’acquisto di una delle prime stampanti 3D e vengo a scoprire di una mostra-concorso a Varese, organizzata dal Model Club Asso di Spade.


Mi iscrivo al concorso, porto il mio diorama nella categoria base e con mia sorpresa vinco un argento! Da lì alla decisione di iscriversi e frequentare il club il passo è breve ed oggi condivido questa passione con altri modellisti eccezionali.

Home | Club | Modelli | Mostra | Attività interne | Attività esterne | Contatti | Agenda | Links | Aggiornamenti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu